Geografia > La storia della Terra

Attenzione: tutte le pagine prevedono un titolo iniziale di livello 1. Per una lettura ordinata, a ogni nuova pagina è preferibile accedere al titolo.

Pulsanti di uso generale: Indice generale Home Scrivi appunti e commenti Informazioni e credits Uscita

La storia della Terra

Informazioni didattiche

Argomenti
Il big bang Era archeozoica o arcaica
Era paleozoica o primaria
Era mesozoica o secondaria
Era cenozoica o terziaria
Era neozoica o quaternaria


Obiettivi
Conoscere la storia della Terra
Conoscere la teoria del big bang e la teoria della deriva dei continenti
Conoscere le diverse ere geologiche
Localizzare i continenti sul planisfero


Prerequisiti
Leggere e comprendere un testo geografico
Orientarsi sulla carta geografica e orientarsi sulla linea del tempo

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Il big bang

big bangSecondo la teoria del big bang, circa 15 miliardi di anni fa l'universo, così come lo conosciamo oggi, non esisteva ancora. Improvvisamente avvenne una violentissima esplosione, che gli studiosi hanno chiamato big bang (grande scoppio). Dopo questa esplosione, la materia cominciò a diffondersi ovunque, creando l'universo.

Per miliardi di anni non vi furono che nubi gassose, le quali si muovevano senza sosta. Molto lentamente alcuni di questi gas iniziarono a concentrarsi formando i primi nuclei di materia.

Dapprima nacquero le galassie, grandi ammassi di stelle.
Successivamente, da una di queste stelle, il Sole, si staccarono i pianeti che formano tuttora il sistema solare. Fra questi pianeti, vi è la Terra.

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Era archeozoica o arcaica

Gli storici hanno suddiviso l'evoluzione della Terra in cinque fasi che prendono il nome di ere geologiche e che sono durate milioni di anni.

Le caratteristiche di ogni era sono state ricavate dallo studio dei Vai al glossario fossili ritrovati.

fossili fossile

La prima è l'era archeozoica o arcaica. La vita della Terra ebbe origine circa 4 miliardi e mezzo di anni fa, quando la parte superficiale del nostro Pianeta cominciò a solidificarsi formando la crosta terrestre.

Nacquero così le prime masse continentali.

Circa tre miliardi e mezzo di anni fa comparvero forme di vita molto primitive: gli organismi unicellulari.
Dai pochi fossili ritrovati, i Vai al glossario paleontologi hanno stabilito che le prime cellule erano simili ai batteri e alle alghe.

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Era paleozoica o primaria

Questa pagina contiene un file multimediale. In questo periodo (da 600 a 225 milioni di anni fa) le masse continentali entrarono in collisione formando un unico continente che gli studiosi hanno chiamato Pangea.

Si verificarono delle eruzioni vulcaniche e notevoli movimenti della crosta terrestre, che portarono alla formazione dei rilievi dell'Europa centro-settentrionale e dell'America nord-orientale.

Verso la fine del Paleozoico, la Pangea cominciò a dividersi in due continenti: la Laurasia e la Terra di Gondwana.
Questo fenomeno è noto con il nome di "Vai all'approfondimento deriva dei continenti".

Nell'era primaria si verificò un'enorme diffusione e diversificazione delle forme viventi animali e vegetali. Per fare qualche esempio, si svilupparono le spugne, le meduse, i primi pesci, i primi anfibi, le felci, i funghi e le prime conifere.

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Era paleozoica o primaria

In questo periodo (da 600 a 225 milioni di anni fa) le masse continentali entrarono in collisione formando un unico continente che gli studiosi hanno chiamato Pangea.

Si verificarono delle eruzioni vulcaniche e notevoli movimenti della crosta terrestre, che portarono alla formazione dei rilievi dell'Europa centro-settentrionale e dell'America nord-orientale.
Verso la fine del Paleozoico, la Pangea cominciò a dividersi in due continenti: la Laurasia e la Terra di Gondwana.
Questo fenomeno è noto con il nome di "Vai all'approfondimento deriva dei continenti".

Nell'era primaria si verificò un'enorme diffusione e diversificazione delle forme viventi animali e vegetali. Per fare qualche esempio, si svilupparono le spugne, le meduse, i primi pesci, i primi anfibi, le felci, i funghi e le prime conifere.

spugne, meduse, pesci, anfibi  evoluzione

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Era mesozoica o secondaria

La terza era geologica (da 225 a 65 milioni di anni fa) ebbe inizio proprio con la formazione delle due masse continentali, che abbiamo già visto prima: la Laurasia a nord e la Terra di Gondwana a sud.


dinosauriIn questo periodo, un clima particolarmente uniforme favorì la comparsa dei rettili, tra cui i dinosauri, che popolarono tutta la Terra. Questa era viene infatti chiamata anche"Era dei rettili".


Successivamente, fecero la loro comparsa i primi mammiferi, non più grandi di un gatto, e i primi uccelli.
Tra le specie vegetali, comparvero le prima piante dotate di fiore.

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Era cenozoica o terziaria

mammut In questo periodo (da 65 a 2 milioni di anni fa) avvennero importanti cambiamenti:


- si formarono le principali catene montuose come le Alpi, l'Himalaya, i Carpazi, le Montagne Rocciose, le Ande;

- cominciarono a prendere forma gli attuali continenti: Europa, America, Africa, Asia, Australia, Antartide;

- scomparvero improvvisamente, e per motivi non ancora accertati, i grandi rettili; questo provocò un'enorme diffusione dei mammiferi e degli uccelli. Uno dei mammiferi più noti è il mammut (nell'immagine), che popolò tutta la Terra attraversandola con grandi migrazioni. Di questi animali sono stati ritrovati alcuni corpi nei ghiacciai siberiani.

Infine, circa 2 milioni e mezzo di anni fa, comparve l'uomo.

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Era neozoica o quaternaria

uomo primitivoÈ l'era in cui noi viviamo, iniziata circa 2 milioni di anni fa.


L'avvenimento fondamentale è certamente la comparsa dell'uomo, l'unico essere vivente che ha saputo adattarsi all'ambiente e ai cambiamenti climatici.


In questa era, infatti, si sono alternati periodi freddi, noti con il nome di glaciazioni, in cui i ghiacciai arrivavano a ricoprire gran parte della Terra, e periodi caldi, nei quali i ghiacciai si scioglievano, lasciando sul terreno una grande quantità di detriti.


Così, dove c'erano le valli, si sono formate le pianure e le colline dette Vai al glossario moreniche.

Indietro

Avanti

Attenzione: per le funzioni avanzate abilita Javascript sul browser.

Il punto della situazione

Era mesozoica o secondaria

Era mesozoica o secondaria

Era archeozoica o arcaica

Era cenozoica o terziaria

Le ere geologiche

Evoluzione organismi viventi

Evoluzione organismi viventi

Il big bang

Era paleozoica o primaria

La deriva dei continenti

La teoria della deriva dei continenti fu elaborata nel 1912 dal geologo tedesco Alfred Wegener. Egli, osservando la quasi perfetta corrispondenza tra le coste atlantiche dell'America meridionale e quelle occidentali dell'Africa e le grandi somiglianze tra la flora e la fauna dei due continenti pur così lontani, formulò l'ipotesi che nel passato le due masse fossero unite.

Secondo la sua teoria, infatti, circa 250 milioni di anni fa esisteva un unico continente, cui gli scienziati hanno dato il nome di Pangea (tutta terra), circondata da un unico oceano chiamato Panthalassa (tutto mare).
In seguito a movimenti avvenuti all'interno della Terra, la Pangea si fratturò dapprima in due grandi masse: nell'emisfero settentrionale la Laurasia e in quello meridionale la Terra di Gondwana, separate dall'oceano Tetide.

Successivamente queste due grandi masse si fratturarono ulteriormente in più parti che si allontanarono gradualmente l'una dall'altra, andando alla deriva come enormi zatteroni, dando così origine agli attuali continenti. La deriva dei continenti non è finita: le terre si stanno ancora muovendo.

deriva dei continenti 

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Fossili

I fossili sono resti di organismi vegetali e animali vissuti nel passato e conservati negli strati della crosta terrestre.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Paleontologo

Il paleontologo è lo studioso che si occupa di paleontologia, ovvero della scienza che studia i fossili.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Pianura o collina morenica

Pianura o collina formata dai detriti (morene) trasportati a valle dai ghiacciai in tempi molto antichi.

Principali funzioni: Torna dall'approfondimento Fine dell'approfondimento. Per riascoltarlo torna al titolo.

Riepilogo

Fine della pagina di uscita dal corso. Per riascoltarla torna al titolo.

Credits e istruzioni per l'uso

Licenza d'uso

Il presente Learning Object (LO) è di proprietà di Garamond Srl ed è concesso in licenza d'uso esclusivo alla scuola o ente formativo che ha effettuato l'acquisto, per l'uso individuale di un singolo alunno ad essa iscritto.
Il titolare della licenza d'uso, così come sopra definito, ha facoltà di metterlo a disposizione di un singolo alunno per eseguirlo online, disponendo della sua fruizione senza alcun vincolo di tempo, di sessioni di studio o di sede di esecuzione domestica, scolastica o di altro tipo.
Il titolare della licenza d'uso ha anche la facoltà di scaricare il presente LO sul proprio computer o di eseguirlo - online e offline - su di esso o su piattaforme disponibili alla scuola che ha acquistato la presente licenza.

Produzione editoriale


Garamond
Via Tevere 21 - 00198 Roma
Copyright 2009. Tutti i diritti riservati.

Hanno collaborato

Coordinamento e Progettazione didattica
Vindice Deplano

Ideazione e produzione storyboard e testi
Emanuela Bramati
Marinella Molinari

Redazione
Paola Ricci e Paolo Pomes (coordinamento), Serena Fusco

Animazioni e Montaggio
Katia Azzinari, Claudio Bafera

Progettazione e realizzazione grafica
Cristiana Giovannini (coordinamento), Chiara Lozzi, Ginevra Baiardo
[ERROR (46, 73): Object reference not set to an instance of an object.]

Voci
Gio Gio' Rapattoni, Dino Spinella

Musiche
illáchime q., Luca De Carlo

Due modalità di fruizione

Questo corso può essere usato in due modi completamente diversi:
  1. In modalità lezione, presenta innanzitutto tutti i contenuti didattici. A ciascuna pagina possono essere associate una o più esercitazioni di verifica, accessibili tramite un apposito pulsante.
  2. In modalità gioco, invece, tutto cambia: inizia una sfida della conoscenza che, se tutto va bene, porta a concludere con successo la missione. Ma, attenzione, se non si raggiunge un minimo di punteggio e se non si è fatto accesso alle pagine teoriche, non è possibile nemmeno arrivare alla domanda finale.
    In modalità gioco, le pagine teoriche sono raggiungibili solo a partire delle pagine di test.


Pulsante 'Modalità lezione' Pulsante 'Modalità gioco'




I pulsanti "Modalità lezione" e "Modalità gioco" consentono di cambiare il modo di usare il corso.
Sono disponibili solo nella pagina iniziale.


Pulsante 'Reset' Il pulsante "Reset" permette di cancellare la registrazione delle pagine visitate, dei punteggi, delle risposte ai test.
Serve quindi tutte le volte che si vuole ricominciare da capo.

I comandi di navigazione

Questo corso ha una struttura sequenziale che permette di seguire facilmente il flusso di informazioni multimediali (testi, immagini, filmati, animazioni) e prove di verifica con pochissimi comandi.


Pulsante 'Indietro' Pulsante 'Avanti' I pulsanti "Indietro" e "Avanti" consentono di scorrere le pagine. Se il pulsante "Avanti" non è visibile, a meno che non si tratti dell'ultima pagina, nella schermata ci sono certamente indicazioni su come proseguire.
Da alcune pagine, tramite collegamenti ipertestuali, si possono raggiungere voci di glossario e altri documenti di approfondimento. Questi collegamenti sono preceduti da piccole icone come queste: Icona degli Approfondimenti e Icona del glossario.


Pulsante 'Continua' Il pulsante "Continua" consente di riprendere il corso nel punto in cui è stato interrotto in una precedente sessione, mantenendo memoria delle pagine visitate e dei test effettuati (con il relativo punteggio).
Se questo pulsante non compare, è necessario ricominciare il corso da capo.


Pulsante 'Home' Il pulsante "Home" consente di raggiungere direttamente la pagina iniziale ("home page"), che contiene una scheda sintetica del corso.


Pulsante 'Indice' Il pulsante "Indice" consente di raggiungere direttamente l'indice del corso. Da qui può essere possibile accedere alle diverse pagine.
Un segno di spunta compare accanto a ogni pagina visitata Segno di spunta.


Pulsante 'Help' Il pulsante "Help" consente di accedere alla pagina delle istruzioni (questa!), che contiene indicazioni sulle diverse funzioni e sui comandi.


Pulsante 'Informazioni' Il pulsante "Informazioni" consente di accedere alla pagina con informazioni sugli autori. Equivale ai titoli di coda di un film (credits).


Pulsante 'Note' Il pulsante "Note" consente di scrivere appunti, memorizzarli sul computer e inviarli al docente.


Pulsante 'Torna' Il pulsante "Torna" serve a tornare indietro. Il suo funzionamento è differente a seconda dei casi:
  • Nelle pagine di Help, di Appunti, di Glossario o negli altri Approfondimenti, torna alla pagina chiamante.
  • Nelle pagine con contenuti teorici, torna all'ultimo test effettuato o alla pagina di riepilogo.

I comandi per le prove di verifica

Nelle pagine che contengono esercitazioni o test sono sempre presenti due indicazioni:
  • Il punteggio ottenuto fino a questo momento, insieme al punteggio totale.
  • Il percorso di verifica da affrontare.
Questo percorso è rappresentato da una sequenza di segnalini di diverso colore:
  • Segnalino gialloUn segnalino giallo indica il test che stai affrontando.
  • Segnalino rossoUn segnalino rosso indica un test che hai già affrontato.
  • Segnalino bluUn segnalino blu indica un test che devi ancora affrontare.


Pulsante 'Test' Il pulsante "Test", disponibile solo in "modalità lezione", collega a ciascuna pagina teorica i relativi test.


Pulsante 'Verifica' Il pulsante "Verifica" permette di controllare l'esito di un test e di assegnare i relativi punteggi.
Senza premere questo pulsante, il test non è considerato valido.


Pulsante 'Studia' Il pulsante "Studia" (o "Vai a vedere") permette di collegare un test alle pagine che contengono le necessarie conoscenze teoriche.
Dopo un errore, l'accesso a queste pagine può essere reso obbligatorio: è un modo per facilitare la prosecuzione dell'attività.
In molti casi, la pagina collegata da questo pulsante varia a seconda dell'errore commesso (se sono stati commessi più errori, il sistema tiene conto del primo).
Pulsante 'Soluzione' Il pulsante "Soluzione" permette di conoscere le soluzioni dei test.
Accanto a ciascuna risposta compare una delle icone: Risposta esatta o Risposta errata.
Sfiorando col puntatore del mouse questa icona è possibile conoscere la risposta esatta.
Attenzione: il pulsante "Soluzione" compare solo dopo alcuni tentativi di risposta. Vedere le soluzioni è facoltativo, ma (naturalmente) una volta visualizzate non sarà più possibile rispondere nella stessa sessione.
Visualizzando la soluzione i punti previsti per quel test saranno sottratti.

I comandi per gestire l'interfaccia e la multimedialità


Pulsante 'Ingrandisci' Pulsante 'Rimpicciolisci' I pulsanti "Ingrandisci" e "Rimpicciolisci" permettono di modificare a piacere le dimensioni dei caratteri del testo.
Senza limiti.


Pulsante 'Zoom' Il pulsante "Zoom" permette di scegliere tra due possibili dimensioni della schermata, per adattarle a quelle del monitor.
Il pulsante è attivo solo all'inizio del corso, fino a quando non si comincia a navigare per le diverse pagine.


Pulsante 'Attiva audio, video e animazioni' Pulsante 'Disattiva audio, video e animazioni' Il pulsanti "Attiva/disattiva audio, video e animazioni" permettono di attivare o disabilitare tutti i contenuti multimediali: suoni, filmati, animazioni Flash, ecc.
Tuttavia, alcuni brevi suoni particolarmente importanti (quelli che accompagnano i messaggi) sono sempre abilitati.

Le funzioni per l'accessibilità


Oltre agli accorgimenti previsti dalla normativa vigente (legge 4 del 2004), sono presenti molte funzioni per facilitare al massimo l'accessibilità dei contenuti.
In particolare:
  • Per ogni pagina è sempre presente, anche quando non è visibile, un titolo di primo livello che consente di tornare velocemente a inizio pagina attraverso i comandi del lettore di schermo.
  • Sono presenti comandi nascosti per disattivare fin dall'inizio i componenti audio, video e le animazioni che potrebbero interferire con i lettori di schermo.
  • Anche quando sono disabilitati, i contenuti multimediali si possono attivare, pagina per pagina, con comandi nascosti che permettono di procedere solo dopo aver terminato l'esplorazione della pagina.
  • I pulsanti di navigazione sono replicati da comandi nascosti attivi nelle diverse pagine.
  • Per le pagine il cui contenuto essenziale è costituito da animazioni interattive (come i test che prevedono il trascinamento di oggetti, chiamati anche "drag and drop"), il sistema passa automaticamente alle pagine alternative se verifica che i contenuti multimediali sono disabilitati o se non è installato il plugin Flash.

Fine dell'help. Per riascoltarlo torna al titolo.

Appunti e commenti


Salva gli appunti Invia il commento

Fine della pagina di appunti. Per riascoltarli torna al titolo.

Indice generale

Fine dell'indice generale. Per riascoltarlo torna al titolo.