Criptovalute: Le Migliori 5 criptomonete su cui investire

Investire in cryptovalute

Cosa sono le Criptovalute o criptomonete

La criptovaluta non è altro che un moneta digitale, utilizzata come sistema di scambio, si comporta come una valuta tradizionale, come, ad esempio, l’EUR, ma con la differenza che è stata progettata per scambiare informazioni digitali, per mezzo di un sistema reso possibile da specifici principi di crittografia.

La crittografia viene utilizzata per dare garanzia alle transazioni e per esaminare la creazione di nuove monete.

Nel 2009 fu emessa la prima criptovaluta con il nome di Bitcoin, poi dall’emissione del Bitcoin, molti hanno preso in considerazione i suoi vantaggi rispetto alle classiche valute governative come, ad esempio, l’euro, soprattutto riguardo il trading con i bitcoin ma anche appurando il fatto che alcuni aspetti del Bitcoin potevano essere migliorati.

Questo, quindi, ha portato alla realizzazione di altre centinaia di Altcoins, che significa monete alternative, ovvero, è un altro termine per indicare tutte le criptovalute, tranne Bitcoin, e sono, ad esempio, Litecoin, Ethereum, Ripple, Monero, e molte altre ancora.

https://www.tradingmania.it/bitcoin-investire-nel-trading-forex-cfd/

Queste criptovalute sono basate sulla stessa tecnologia della Blockchain

che è un sistema tecnico creato da Satoshi Nakamoto, ma sono progettate in modo diverso, al fine di raggiungere obiettivi diversi.
Le criptovalute sono completamente decentrate, quindi, a differenza delle altre criptovalute non c’è alcun governo che controlli il processo di stampa.

A differenza della classica valuta, dove le Istituzioni Finanziarie possono sempre creare valute,le criptovalute, hanno prefissato generalmente un limite massimo di mercato per quanto riguarda l’emissione della valuta.

Negli ultimi anni le criptovalute sono diventate la tendenza del momento, sempre più persone vogliono conoscere ed investire all’interno di questo mercato.

Come guadagnare con le Criptovalute

Ad oggi le Criptovalute rappresentano il futuro degli investimenti e stanno portando gli investitori a degli utili molto elevati. Guadagnare con il Bitcoin, ad oggi rimane il metodo migliore per guadagnare con le criptovalute, è la più conosciuta e la più liquida.

Queste valute digitali sono sempre più accettate all’interno del sistema finanziario, e sempre più siti online accettano il pagamento in criptovalute, ed, inoltre, è identificata ormai come l’opportunità di effettuare le transazioni in piena sicurezza dovuta alla gestione dei dati sensibili, unita ad una semplicità di utilizzo del portafoglio virtuale.

Esistono diverse piattaforme crittografate che permettono di investire sulle criptovalute, la scelta dovrà ricadere in base all’uso che se ne dovrà fare, ovvero, come, ad esempio, se si vorrà procedere con la riserva di valore, ossia, si tratta in specifico di un bene materiale o in questo caso immateriale, che tende a conservare il suo valore nel tempo, e per tale motivo può essere detenuto per un utilizzo futuro senza il pericolo che si svaluti; oppure la costruzione di un nodo, ovvero si parla del sistema Blockchain; o anche il Mining, ovvero è il modo utilizzato dal sistema Bitcoin e dalle criptovalute in generale per emettere moneta; o la partecipazione alle I.C.O, ovvero Initial Coin Offering, che significa Offerta Iniziale di Moneta, si tratta del trend attuale in ambito di criptomoneta, è l’idea di prevendere coin di criptovalute sviluppate utilizzando una blockchain; o anche mettere in pratica la tecnica del Lending, ovvero consiste nel prestare somme di monete digitali e ricavarne un interesse prestabilito in fase di offerta; o in ultimo fare Trading, ovvero vendere o di acquistare una criptovaluta.

Top 5 Criptovalute su cui investire

1. Bitcoin (BTC)

La criprovaluta Bitcoin
Si tratta della criptovaluta più importante e con la più alta capitalizzazione di mercato. Si tratta di una valuta digitale emessa nel 2009, che ha poi dato inizio ad una serie illimitata di nuove criptovalute. Il suo inventore ha identità sconosciuta, ma è noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.

E’ stata creata come un metodo alternativo di scambio, simile comunque alle classiche valute, ma con lo scopo di scambiare informazioni digitali attraverso la crittografia e la grande rete di computer collegati tra di loro. La crittografia ha lo scopo di proteggere e di controllare l’emissione di nuove monete.

Il Bitcoin non è controllato da nessuno, se non in maniera automatica dall’algoritmo, ed, inoltre, è stato prefissato un limite massimo di Bitcoin emessi, ovvero, 21 milioni.

Questo sistema rende molto variabile il valore reale di un Bitcoin, anche se la valuta virtuale segue standard di crescita e di ribasso simili alle monete reali. Negli ultimi tempi, però, i Bitcoin hanno fatto registrare risultati molto positivi, tanto che ormai è considerata come la valuta del futuro da parte di molti investitori.

http://www.investirebitcoin.net/

La creazione e lo scambio di questa moneta avviene secondo il protocollo Peer to Peer, dove chiunque può produrla, e questo permette di operare con nessuna autorità centrale o con le banche. È impossibile alterare il numero di Bitcoin in circolo.
E’ possibile scambiare e ricevere la criptovaluta, tramite la community di mining di criptovalute, che grazie alla loro potenza di calcolo, partecipano alla validazione ed elaborazione dei milioni di transazioni che avvengono ogni giorno in tutta la community del mondo Bitcoin.

Per sapere di più sui Bitcoin puoi cliccare qui.

2. Ethereum (ETH)

La criptovaluta Ethereum
E’ stata creta da Vitalik Buteri, si tratta di una piattaforma che si ispira dai Bitcoin, ma con l’aggiunta di una nuova serie di servizi che sono basati sempre sulla piattaforma Blockchain.

Con Ethereum si possono effettuare dei contratti intelligenti che sono stati creati con un linguaggio di programmazione Turing completo. Si possono creare i contratti denominati smart, che vengono registrati sulla piattaforma Peer to Peer, dove l’utilizzo viene ricompensato tramite l’unità di valuta, ovvero l’Ether, che è perciò una criptovaluta.

L’Ether è un parte necessaria per il funzionamento della piattaforma applicativa distribuita Ethereum. Si tratta di una forma di pagamento da parte dei clienti della piattaforma per le macchine che eseguono le operazioni richieste.

I contratti smart sono programmi, ed eseguono esattamente cosa è stato inserito dai suoi creatori, ovvero dalle due o più controparti che lo hanno compilato, ed inserito nella piattaforma decentralizzata e poi distribuita, e questi contratti, possono essere utilizzati per eseguire molte operazioni, come, ad esempio, per il Crowdfunding, e molto altro ancora. Nessuna delle due parti di un contratto stipulato sull’Ethereum potrà intervenire sullo stesso per modificarlo, e questa sicurezza è il più grande beneficio offerto dal sistema. Questo metodo permette di effettuare contratti che sono fuori dalle competenze delle legislazioni dei paesi, aspetto che ha portato anche alla diffusione di scambi e commerci illegali.

Con Ethereum è, inoltre, possibile creare società, i cui contratti possono essere gestiti tramite un contratto smart.

3. Litecoin (LTC)

La Criptovaluta Litecoin
E’ una valuta digitale e deriva dal codice dei Bitcoin. Come per i Bitcoin, anche i Litecoin si possono creare tramite il sistema mining, ovvero, attraverso dei calcoli elaborati mediante un algoritmo. Si possono anche ricavare semplicemente acquistandoli o scambiandoli con altre criptovalute, dove per acquistarle lo si può fare anche attraverso il Trading.

I Litecoin essendo monete digitali, come vale ugualmente per la classica valuta, è necessario aprire un portafoglio virtuale. Il pagamento è molto veloce ma non totalmente gratuito, perché è prevista una piccola tassa.

Una cosa importante da tenere in considerazione è che le transazioni sono anonime, perché dall’indirizzo non è possibile risalire all’utente, ma solamente nel caso in cui il wallet in questione, ovvero, lo strumento che permette di acquisire pagamenti con carta velocemente, sia online e che specifici pagamenti richiedano la verifica dei dati.

Per poter iniziare a guadagnare Litecoin, perfino per investire, lo si può fare, ad esempio, come prima cosa aprire un portafoglio, poi acquistare dei Litecoin su una piattaforma autorizzata, ed infine utilizzare i Litecoin.

Ad oggi sono in tanti che stanno valutando l’opzione di investire in Litecoin, perché secondo molti è la valuta del futuro, e il suo valore potrebbe acquistare sempre più forza e popolarità, e di conseguenza potrebbe salire notevolmente nel corso del prossimo futuro. Non si esclude, comunque, il fatto che investire in Litecoin rimanga ancora una cosa molto rischiosa.

4. Ripple (XRP)

La criptovaluta Ripple
E’ una cripto valuta che è stata realizzata da Ryan Fugger, e la versione beta del protocollo Ripple è stata rilasciata nel 2013. Si tratta di una rete di computer che utilizzano l’algoritmo Ripple Consensus per stabilire e registrare le transazioni su un database distribuito sicuro, ovvero, il Ripple Consensus Ledger (RCL), che garantisce la sicurezza delle transazioni, senza, inoltre, un operatore centrale.

Ad oggi ha attirato molto interesse da parte degli investitori, e di conseguenza ha raggiunto un’alta capitalizzazione di mercato.

Utilizzando il sistema Ripple risulterà molto semplice effettuare degli scambi e delle transazioni tra le diverse valute, sia classiche che digitali, per i propri utenti.

Per creare i Ripple non viene utilizzato il sistema mining, non ci sono blocchi di dati da minare, ma la criptovaluta viene attribuita a coloro che danno gratuitamente la disposizione dei propri computer alla ricerca scientifica.

Queste caratteristiche hanno portato alcuni a pensare che Ripple non è una vera criptovaluta, in quanto non viene effettuato il mining, e non viene realmente posseduto dai suoi investitori, perché tecnicamente sono di proprietà dei laboratori Ripple, quindi, di conseguenza si tratta di una criptovaluta decentralizzata, come lo nsono poi la maggior parte delle valute digitali.

Ripple, inoltre, consente alle banche di effettuare dei pagamenti transfrontalieri in tempo reale, con una crittografia End to End, ovvero, è tra gli strumenti più conosciuti e utilizzati per proteggere i dati degli utenti connessi al web, ed a costi molto bassi. In questo modo le banche possono assegnare denaro direttamente per se stesse od anche per terze parti.

Il Ripple, a differenza della classica valuta, ad esempio, non richiede ne la presenza di conti bancari per le transazioni, ne di spese di servizio, e ne costi operativi aggiuntivi.

Per iniziare con Ripple puoi cliccare qui

5. Monero (XMR)

La Criptovaluta Monero
E’ una moneta digitale, che negli ultimi tempi ha visto crescere in maniera veloce la sua circolazione, ha visto man mano nel tempo salire la sua richiesta, essendo anche la moneta digitale favorita dal mercato nero.

Uno degli aspetti principali di Monero, è che nelle transazioni è assicurata una certa sicurezza, che permette agli utenti di non esporsi al rischio di attacchi o errori.

Rappresenta anche l’esempio più importante di utilizzo dell’algoritmo Cryptonite, che è stato inventato per aggiungere altre caratteristiche di privacy in confronto alle precedenti criptovalute.

L’algoritmo Cryptonite assicura la massima riservatezza perché non consente di tracciare il percorso effettuato dalle monete digitali. Con l’aggiunta, inoltre, di un altro algoritmo conosciuto con il nome Ring Confidential Transaction, è migliorata di molto la riservatezza delle transazioni, perché permette di mascherare le identità dei fruitori.

Monero, inoltre, funziona tramite l’algoritmo Proof of Work, ovvero, è una misura economica per scoraggiare gli attacchi informatici e altri abusi di servizio, come, ad esempio, spam sulla rete, imponendo alcuni lavori dal richiedente del servizio, dove di solito si tratta di tempo di elaborazione di un computer, il quale permette di effettuare operazioni di mining su qualsiasi computer, dove ogni nodo della catena è legato all’altro tramite il sistema I2P, ovvero, si tratta di un software libero, open source, e finalizzato all’anonimato della rete, in modo da ridurre il rischio di rivelare dettagli relativi a transazioni particolari.

http://www.quotazionicriptomonete.it/

You may also like
Desktop scrivania lavoro da casa
idee e consigli
70 idee per lavorare da casa: Guadagnare e investire online è possibile?
Forex robot
idee e consigli
Usare un Robot per il Forex Trading: Bluff o realta?