Come investire e guadagnare con i droni

Cosa sono i droni e come vengono impiegati

I droni sono dei piccoli velivoli, i quali è possibile far volare, anche facendo trasportare dei piccoli pacchi. Hanno la caratteristica di essere controllati a distanza con un telecomando elettronico.

E’ stato creato per essere utilizzato in ambito militare, poi è stato pensato di poterlo anche sfruttare nel ramo commerciale.
Ad oggi i droni sono conosciuti e sono stati divisi principalmente i tre categorie, in base alla loro struttura come, ad esempio:
Ci sono droni che utilizzano le ali per volare, sfruttando le correnti d’aria e, quindi, possono fare solo dei brevi viaggi.

Ci sono poi i droni che utilizzano le eliche per volare. Ne possono avere anche più di una assemblati sui bracci estraibili. Avendo le eliche, gli da modo di essere più agevole, e può volare anche in obliquo; restare fermo in posizione; e cambiare rotta rapidamente.
Come potevano mancare i droni cosiddetti ibridi, ovvero, che possiedono più di una caratteristica che gli permettono di fare più cose come, ad esempio, ci sono droni che possono andare oltre che sulla terra anche sull’acqua.

I droni possono essere controllati, come abbiamo già potuto vedere, da remoto, ossia, tramite un telecomando, od anche si possono comandare attraverso un’applicazione che può essere installata sul telefono, sul tablet, ed anche sul computer.

La durata del volo dura in base al tipo di drone che si ha acquistato, e in base alla qualità ed alla dimensione della batteria che è stata istallata, ed oggi gran parte hanno una batteria al litio, e si può andare dalla durata di pochi minuti alla durata di ore.
Per quanto riguarda i km che può percorrere prima di perdere il segnale del controller, anche questo si basa sulla qualità del drone ma, comunque, i modelli professionali possono arrivare anche a due km.

Essendo dei velivoli dotati anche di telecamera sono state scritte e pubblicate in un documento da parte dell’ENAC, che è l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, delle regole per tutelare sia la privacy delle persone e delle strutture, e sia la sicurezza del traffico aereo.

Principalmente i droni sono utilizzati dallo stato per garantire vigilanza e sicurezza, ad esempio, la Polizia li utilizza per avere maggiore controllo della criminalità. Sono stati utilizzati anche per verificare lo stato dei monumenti, ad esempio, dopo essere stati colpiti da catastrofi naturali come il terremoto, od anche per cercare dei dispersi. Munendoli di alcuni rilevatori, possono essere impiegati nell’ambito dell’agricoltura. Poi c’è chi lo utilizza per scopi più personali come, ad esempio, per fare delle particolari foto o riprese video.

Se si ha intenzione di comprare un drone, ad oggi c’è la possibilità di poterlo acquistare con poche centinaia di euro, perché hanno fatto in maniera di renderli più raggiungibili da tutti. Logicamente l’acquisto sarà orientato in base all’utilizzo che se ne vorrà fare e, quindi, più sarà circoscritto in ambito professionale e più, di conseguenza, sarà costoso, fino ad arrivare a migliaia di euro. Ad oggi c’è anche la possibilità di creare un drone autonomamente, ed ovviamente per gli esperti di elettronica sarà più facile realizzarlo, dove, inoltre, anche su internet si possono trovare delle guide, dei video tutorial, e molto altro.

Prima di procedere con l’acquisto, sarà bene informarsi soprattutto sulle regole e sulle normative che riguardano i droni. Perché dal momento che si decide di far volare il proprio drone, sarà importante farlo adottando le dovute sicurezze. Qui potrete trovare una lista dei migliori droni del 2017.
Si raccomanda, prima di investire i propri soldi, di leggere per bene tutte le recensioni che sono presenti nel web, per vedere, ad esempio, quale tipologia di drone farebbe meglio al vostro caso, quali rispondono meglio alle vostre esigenze.
Pilotare un drone ad oggi è più semplice, perché sono stati pensati dei droni che possono essere comandati anche da principianti. Servirà, comunque, fare sempre molta pratica, che si consiglia di fare in spazi aperti, dove non ci sono case.

Come guadagnare con i droni

Ad oggi sentire parlare di dronista non dovrebbe risultare più un mistero, perché si tratta di una delle professioni proiettate nel futuro. Il dronista è colui che sa pilotare appunto i droni.

I droni hanno cominciato ad essere utilizzati in diversi settori, in particolare, nell’ambito del commercio.
Per diventare dei dronisti professionisti, si dovrà prima di tutto ottenere una certificazione, e per fare ciò ci sarà bisogno di seguire un corso. Essendo i droni riconosciuti come dei velivoli a tutti gli effetti, l’ENAC, ossia, l’ente che regolamenta l’aviazione civile, ha stabilito che per chi vuole condurre i droni dovrà possedere una preparazione tecnica pertinente. Bisognerà, quindi, ottenere un attestato che è valido per i voli civili, rilasciato da una scuola certificata ENAC. Ad oggi le scuole sono in continuo aumento. Il corso logicamente consiste in una parte teorica, accompagnata da delle ore di pratica.

Dal momento che si ha intenzione di guadagnare con i droni, si deve mettere bene in chiaro si da subito, che non è possibile sapere con dati certi quanto vi permetterà di trarre profitto. Questo perché è una professione che abbraccia diversi ambienti lavorativi come, ad esempio, per effettuare delle rilevazioni geografiche e/o ambientali; o per effettuare delle riprese video nel caso di catastrofi naturali; e molto altro ancora. E’ si una professione nuova, ma mano a mano si sta definendo e accrescendo sempre di più e, quindi, da la possibilità di guadagnare in maniera costantemente.

Il guadagno logicamente si basa al tipo di prestazione che si andrà ad effettuare, quindi, in base al tipo di drone che si possiede, e al tipo di preparazione che ha l’operatore, ma indicativamente si può dire che in una giornata si può andare a guadagnare da diverse centinaia di euro, fino ad arrivare anche a 1.000 euro. Essendo una professione che non è ancora riconosciuta a livello ufficiale, di conseguenza non esiste un onorario regolare, quindi, dipenderà da diversi fattori come, ad esempio, l’esperienza e la professionalità; ed anche il settore in cui si è specializzati; e molto altro ancora.

Come si è potuto già vedere se non si possiede la certificazione SAPR, non è possibile effettuare contratti e accordi commerciali. Ad oggi sono stati indetti bandi solo per piloti SAPR con certificazione ENAC.

Per essere un dronista professionista, si deve essere in grado di utilizzare tutti gli strumenti che fanno parte del drone come, ad esempio, le fotocamere ad infrarossi.

Inoltre, è giusto che ci si specializzi in uno specifico settore, ma è anche bene essere in grado di saper svolgere diverse mansioni in differenti settori. Si raccomanda, quindi, di investire in attrezzature di qualità, perché logicamente così potrete rendere servizi di più alta qualità.

Per poter lavorare e guadagnare si avrà ragionevolmente bisogno dei clienti. Tutta la difficoltà si troverà in particolare all’inizio, quando ancora non siete conosciuti. Una prima cosa che si potrà fare è rivolgersi a professionisti, od anche ai colleghi del corso, oppure gestendo il canale del web, dove ci sono siti che ti permettono di parlare con altri operatori. Sarà bene anche prendere i contatti con aziende che operano nel tuo stesso settore.

You may also like
5 trucchi per fare soldi online
idee e consigli
5 trucchi per fare soldi online
Torta decorata Cake design
idee e consigli
Il Cake Design approda online, una nuova forma di business?