70 idee per lavorare da casa: Guadagnare e investire online è possibile?

Desktop scrivania lavoro da casa

Lavorare da Casa: Come guadagnare online da casa?

Quale persona non vuole crearsi una propria indipendenza, crearsi una vita cercando di mettersi a lavorare in proprio.

Questo potrà valere sia per chi ha già un lavoro ed ha bisogno di arrotondare il proprio stipendio, e sia per chi al momento si trova senza lavoro ed ha una grande necessità di guadagnare. Ci sono anche delle persone che sono in pensione, e che pensano all’idea di fare, in maniera alternativa, affari, con l’obiettivo di mettersi in proprio sfruttando l’esperienza pregressa acquisita durante la loro vita lavorativa. Vale anche per le donne che si occupano dei loro figli, dove possono cercare di ritagliarsi del tempo libero, che potrebbero sfruttare per avviare un proprio business. Sarà possibile, ed è possibile, facendolo proprio da casa, in maniera autonoma, organizzando il lavoro in base ai propri impegni.

Ad oggi il lavoro a domicilio si sta organizzando in maniera protetta e autonoma.

Ad oggi si è diffusa come modalità di lavoro, il Gig Economy, ovvero si intende un modello economico sempre più diffuso dove non esistono più le prestazioni lavorative continuative, come il posto fisso, con contratto a tempo indeterminato, ma si lavora solo quando c’è richiesta per i propri servizi, prodotti o competenze, come ad esempio, affittare temporaneamente camere, o fare attività da freelance ad esempio progettando siti web, o vendere prodotti artigianali, od anche offrire servizi di trasporto privati alternativi ai taxi, o fornendo servizi che ci permetteranno di lavorare comodamente da casa.

La domanda e l’offerta lavorativa, vengono gestite online attraverso piattaforme e App dedicate.

I lavoratori sono tutti in proprio, e svolgono attività temporanee, interinali, part time, saltuarie, provvisorie.

Nella Gig Economy il mercato tra la domanda e l’offerta lavorativa è gestita online.

Si consiglia di evitare truffe legate al lavoro a domicilio o attività di e-commerce. Ad oggi sono molte le persone che vengono truffate perché si fanno ingannare da aziende prive di serietà che si approfittano di chi ha necessità di lavorare. Prima di tutto sarà bene controllare l’azienda offerente, logicamente prima di accettare qualsiasi collaborazione. Di solito tutte le società serie, che rispettano la legge italiana, indicano sul loro sito web la P.IVA, con la quale è possibile verificare sul sito dell’agenzia delle entrate se la società in questione esiste, che tipo di attività svolge, dove ha sede e da quanto tempo è aperta. Si può anche fare una ricerca sul web, digitando il nome dell’azienda, se, ad esempio, qualcuno ha già subito delle truffe da parte di quella società.

Un’altra raccomandazione importante è quella di non anticipare mai denaro ad aziende che offrono lavoro, perché è l’azienda che offre il lavoro e che paga chi lo svolge, non viceversa, quindi non anticipate soldi per ottenere informazioni sul lavoro, e non acquistate, ad esempio, dvd con corsi di formazione necessari ad avviare l’attività, ed inoltre, non credete a chi vi dice che i soldi vi verranno poi restituiti, sono tutte truffe.

Non bisognerà dare i propri dati personali ancora prima di aver verificato l’azienda e il tipo di lavoro offerto. Diffidate di chi vi chiede di mandare un’e-mail ad un indirizzo privato promettendovi di spiegarvi il lavoro, se si tratta di un lavoro onesto non sono necessari messaggi privati.

Bisognerà diffidare da chi non vi da informazioni immediate sull’attività, perché le aziende serie non hanno nulla da nascondere, e quindi vi devono dare subito spiegazioni in cosa consiste il lavoro, quali sono i requisiti, qual è il compenso, e soprattutto vi fanno leggere e firmare un contratto prima di iniziare l’attività.

Le società serie pubblicano i loro annunci di ricerca personale su siti di reclutamento, oppure si avvalgono di agenzie di lavoro.

Il web e anche la stampa sono pieni di proposte di lavoro a domicilio. Il consiglio in questo caso è quello di non acquistare nessun kit che venga proposto come base di lavoro perché, molto spesso, a meno che non si conosca personalmente l’azienda, lo scopo di questa compravendita è quella di guadagnare sulla differenza di prezzo imposto al kit. Purtroppo non si può garantire che la truffa non sia presente anche quando sembri tutto chiaro, ma sarà bene assicurarsi, chiedendo, o magari iscrivendosi a forum, è il minimo che si possa fare per tutelarsi.

Di seguito vi offriamo una lista di 70 investimenti per avviare un business online da casa tua, lavorare da casa senza truffe e in totale sicurezza.

Avviare un business, lavorando nel mondo dell’artigianato, dell’ordinazioni a domicilio, dei gioielli, dell’arte, della fotografia

Per iniziare si potrebbe cercare di avviare il proprio business, sfruttando le proprie doti, le proprie capacità, come ad esempio produrre confezioni a domicilio, lavorare nell’artigianato, creare gioielli, fare foto, dipingere quadri. Sono attività che possono essere fatte sia dagli aspiranti artisti, sia dagli artigiani, fino ad arrivare ai maker, ovvero gli appassionati di tecnologia, ed anche dagli educatori, pensatori, inventori, ingegneri, autori, artisti, studenti, chef, artigiani, in sostanza sono tutti coloro che creano e stupiscono con la forza delle proprie idee.

Sono una comunità internazionale e condividono informazioni e conoscenze sia attraverso il web sia attraverso veri e propri luoghi fisici, i cosiddetti Fab Lab. Vengono identificati come un vero e proprio movimento culturale dalle enormi potenzialità sul piano dello sviluppo sociale ed economico, grazie alla loro capacità di esplorare nuove strade, o semplicemente di percorrere in modo moderno quelle esistenti.

Ad oggi si produce con buon risultato in diversi settori, come ad esempio con la Sartoria, con la Bigiotteria, con le Bomboniere, con gli articoli in pelle, con il Ricamo, con il Decoupage, con la Decorazione su vetro, con il Cartonage, con la lavorazione dei metalli preziosi. Questi sono ambiti che sono indubbiamente più ricercati, quindi, se si possiedono buone capacità manuali e artigianali, non ci si dovrà porre il problema, si potrà pensare di svolgere questo azzardo imprenditoriale.

La prima cosa da fare sarà quella di adoperarsi per costruire un mercato che lo renda remunerativo, quindi, si dovranno completare alcuni passi fondamentali nella creazione di una piccola impresa per il confezionamento a mano, come ad esempio se non si possederà una buona formazione, sarà bene un buon corso formativo sull’autoimpiego e sull’imprenditoria. Questi tipi di corsi, spesso finanziati dalle regioni, permettono non solo di acquisire competenze di marketing, ma anche di focalizzare il target di riferimento, ovvero a chi ci si deve rivolgere col proprio prodotto, ed inoltre, studiando con docenti che conoscono il mondo dell’imprenditoria, si potranno acquisire nozioni fiscali e previdenziali.

Poi sarà importante pensare alla pubblicità dei propri manufatti, ci si potrà aiutare con il passaparola, oppure attraverso i mass media e, in particolare, per mezzo del web. Quello che da sempre è più funzionale è il passaparola, ed inoltre potrà tornare molto utile realizzare un buon sito web. Per ampliare il proprio business sarà bene, inoltre, contattare le aziende che possano essere interessate all’artigianato, come ad esempio i negozi di articoli da regalo, le ditte di confezionamento, e molto altro ancora.
Poi c’è la possibilità di fondare un’impresa individuale, iscrivendosi all’albo delle imprese artigiane.

Dal momento che si passa da una semplice passione, ad un vero e proprio mestiere, accumulando con il tempo esperienza, si può avviare un vero e proprio business attraverso il web, realizzando ad esempio un proprio sito, dove sarà possibile vendere il servizio di creazioni su misura. Si potrà iniziare creando un book fotografico dei lavori effettuati.

Se da sempre hai avuto una passione creativa, da oggi puoi condividerla comodamente da casa e soprattutto trasformarla in un guadagno economico, vendendo le tue creazioni attraverso i marketplace specializzati. In molti casi non è richiesto un investimento iniziale, perché pubblicare delle foto e annunci è gratuito, ed eventualmente ci sarà poi da riconoscere una commissione sul venduto.

Confezioni a domicilio

Confezionare articoli in casa propria è una delle attività che oggi sta prendendo sempre più spazio nel mondo del lavoro femminile. I settori che richiamano maggiore attenzione sono quelli che prevedono manualità e arte, ed in particolare, tutto ciò che riguardano le attività manuali sono molto ben collocati sul mercato.

Le confezioni a domicilio sono una realtà che si sta affermando sempre più tra le donne. I motivi sono diversi, ma tra i più interessanti, c’è in fatto di coniugare passione, divertimento e comodità. Chiaramente le idee che vanno per la maggiore sono anche quelle che hanno un mercato di riferimento.

Avviare una linea di gioielli

C’è chi è più portato a creare gioielli, eventualmente con lo scopo poi di rivenderli. Ad oggi esistono molti corsi per aspiranti gioiellieri. L’abilità di creare gioielli può diventare veramente una reale possibilità di fare soldi, utilizzando anche siti per la compravendita di gioielli handmade, dove di solito sono molto semplici da utilizzare, e spesso non richiedono nessun investimento iniziale, ma vengono riconosciute le commissioni sulle vendite. Lavorare, ad esempio, i diversi metalli richiede una buona manualità e conoscenza, anche per la specificità degli utensili necessari, perché si dovrà essere in grado di scaldare il metallo, manipolarlo, tagliarlo ed inciderlo.

Per creare gioielli, come materiale da trattare non esiste solo il metallo, se ne potranno utilizzare molti altri, come ad esempio il vetro, la plastica, le perline, e molti altri ancora.

Produrre ceste regalo

Ci sono anche persone che si sono specializzate nella composizione di ceste regalo, in questo ambito ci sono buone possibilità di espansione.

Si possono, ad esempio, mettere insieme delle ceste preconfezionate composte da oggetti che piacerebbero alle persone che hanno un interesse particolare, in questo senso per aiutarvi sarà utile concentrarsi in un determinato settore, individuare una nicchia, come ad esempio, i cesti di Natale. Oppure si possono creare delle ceste che includano alcuni dei vostri prodotti, da utilizzare anche come prodotti regalo.

Bisognerà possedere una buona creatività, gusto, sfruttando al meglio le proprie abilità.

Sartoria

C’è chi ama, invece, destreggiarsi tra ago e filo, ovvero le aspiranti sarte, hanno anche loro la possibilità di creare vestiti e accessori e rivenderli tramiti i siti specializzati. In questi siti il servizio è gratuito e non richiede alcun investimento iniziale, ma si riconosce una commissione sul prodotto venduto.

Quindi si potrà decidere di avviare una piccola attività di cucito. Come già ben si sa non c’è bisogno di grandi investimenti, basterà avere ago, filo ed una macchina da cucire per potere riparare abiti e abbigliamento.

Aspiranti o artisti affermati

Chi invece è un vero e proprio artista, ed ha deciso di vendere le proprie opere d’arte, ci sono diverse possibilità online, come ad esempio piattaforme e-commerce, anche pagamento, pensate per essere utilizzate con i social media, ovvero facendo semplicemente copia e incolla di un codice, si potranno condividere tutte le proprie creazioni sul proprio blog, o sulla propria pagina di un Social Network.

Arredatore d’interni

Per chi ha gusto e creatività, può pensare anche ad una professione come l’arredatore di interni, dove una volta ottenuta i dati necessari per avviare il progetto, si può lavorare in modo tranquillo da casa.

In questo campo sarà importante avere oltre alla passione, anche una buona formazione.

E’ una figura professionale sempre più ricercata, in particolar modo da chi non ha molto tempo da dedicare alla cura della propria casa, o da chi non ha idea di come utilizzare lo spazio che ha a sua disposizione. Un aspetto fondamentale, è che sarà importante farsi conoscere dalle imprese edili e stringere con loro degli accordi commerciali. L’arredatore d’interni deve essere in grado, come prima cosa, di dimostrare una conoscenza approfondita nell’ organizzazione degli spazi, dei tessuti e dei materiali.

Fondamentale in questo settore professionale è la pratica, più si diventa pratici nelle decorazioni e negli abbinamenti e più sarà semplice avere un buon curriculum da presentare in azienda. Quando si tratta di arredamento, di design e tutto ciò che ha a che fare principalmente con il mondo dell’arredamento, può essere divulgato con gran facilità e ottimi risultati immediati, anche sui Social Network.

Giardiniere paesaggista

Nel campo creativo si può anche pensare alla professione di giardiniere paesaggista.

Il giardiniere, confrontandosi quotidianamente con la complessità degli ambienti naturali, deve possedere competenze in più settori, come ad esempio, in botanica, in arboricoltura e in agronomia, tecniche di potatura e abbattimento, conoscenza dei tappeti erbosi e degli impianti irrigui, e molto altro ancora. La passione è indispensabile, per tutto ciò che riguarda il verde ornamentale, che permette all’operatore di porsi nell’ottica di un apprendimento e aggiornamento costante per tutto l’arco della propria vita professionale, e di affrontare problematiche ambientali, logistiche e tecniche che sono all’ordine del giorno e che rendono tale attività una fonte continua di spunti e di interesse. Si può pensare di offrire servizi di giardinaggio evolutivo, come piantare nuovi arbusti, bulbi e talee in primavera, preparare il terreno per l’orto o effettuare il controllo dei parassiti.

C’è anche la possibilità di ampliare i propri servizi, occupandosi di tutte le altre attività che riguardano la cura di un giardino, come ad esempio, la manutenzione delle recinzioni, o quella del sistema di irrigazione. E’ un lavoro che si può fare in maniera autonoma, progettando tranquillamente da casa, per poi solo in un secondo momento recarsi in loco per attuare il lavoro.

Fotografo

C’è invece chi si cimenta nella fotografia, dove è fondamentale aver acquisito una certa esperienza, avere anche avuto una buona formazione, e sarebbe anche necessario possedere una licenza. Nel campo della fotografia ci sono diversi modi per fare soldi, come ad esempio ci si può specializzare in una specifica area, come ad esempio le cerimonie, o più specifico il ritratto di persone, le foto di famiglia, le foto di case e costruzioni, le fotografie di eventi.

Ci sono diverse possibilità, e ad oggi investire su una buona macchina fotografica è diventata alla portata di tutti. Ci sono anche dei siti dove potere pubblicare le proprie foto, guadagnando dei diritti economici, ovvero si guadagnerà tutte le volte che una tua foto sarà scaricata. Anche questo è un lavoro che ti permette di lavorare in autonomia, dove una volta che si sono fatte le foto, si possono lavorare serenamente da casa.

Video Maker

Un’altra possibilità è quella di creare video su commissione. Ci sono piattaforme dove le produzioni vengono affidate a Video Maker freelance, dove sarà possibile iscriversi e proporre la propria candidatura. Quello che è importante è avere almeno un argomento che ti appassioni e che, quindi, si conosca in modo approfondito.
Si potrà anche decidere di vendere i video su piattaforme di stock dedicati, e guadagnare su ogni download effettuato dagli utenti.

C’è la possibilità di guadagnare con i video o con le foto, anche se non si è un Video Maker. E’ un metodo che permette di guadagnare online senza competenze, ossia condividendo video con i propri contatti sui Social Network. Si viene pagati per ogni singola visualizzazione che si riceverà.

Un sito ad oggi molto conosciuto è, ad esempio, YouTube, che è un canale gratuito, dove è possibile iscriversi e aprire un proprio canale. Una volta poi che si avrà iniziato ad inserire i propri video, si potranno poi iniziare ad inserire degli annunci pubblicitari. Qui sarà possibile anche pubblicare video recensioni, e di conseguenza sarà possibile trarne un guadagno. Le aziende sono sempre più alla continua ricerca di opinionisti online, che possano provare prodotti e recensirli per i loro follower.

Lavorare sfruttando le proprie abilità personali, nel campo della scrittura, aprire un blog, insegnare

Per lavorare, invece, con il web, che è sempre più il lavoro a domicilio del futuro, bisognerà possedere principalmente competenze scrittorie o informatiche, dove si potranno creare video, o dove ci si potrà cimentare nell’insegnamento, e molto altro ancora.

Chi è abile nella scrittura, c’è ad esempio la possibilità di guadagnare online scrivendo. All’apparenza sembra la maniera più accessibile, ma in realtà la scrittura richiede una certa professionalità. Ci si può, ad esempio, specializzare nel marketing, scrivendo pubblicità che invitino le persone a comprare il prodotto. In questo settore c’è anche la possibilità di iscriversi ai corsi formativi, anche online.

Il Pay to write

Il Pay to write è un lavoro che si può fare tranquillamente da casa, bisognerà semplicemente possedere un pc e una connessione, e proporsi come scrittore. Esistono, ad esempio, molti marketplace che mettono in contatto aspiranti scrittori con aziende che hanno bisogno di testi. Si chiamano Paid to write o, più precisamente, Content marketplace. Si tratta di piattaforme web che fungono da intermediari tra committenti che hanno bisogno di contenuti e autori che possano produrli. Ci si dovrà registrare al sito, alcuni richiedono un articolo di prova, e una volta che si è stati valutati, si potrà cominciare a lavorare. Si potrà scrivere su ciò che si vuole, il pagamento avviene in tempi brevi, e farlo è logicamente relativamente facile.

Si consiglia di utilizzare più siti Pay to write, anziché uno solo, così facendo si ha la possibilità di guadagnare più in fretta, poiché il tempo di moderazione per ogni articolo è lungo, poiché, ad esempio, se si lascia a moderare più di un articolo in diversi siti, anziché tutti gli articoli in un unico sito, ci sarà sicuramente la possibilità di vedere gli articoli pubblicati prima, altrimenti questi si potranno accumulare e andare in coda di revisione, con la conseguenza che potrà passare molto tempo prima che questi vengano pubblicati.

Per iniziare si possono contattare direttamente le redazioni e proporsi come articolista. E’ più facile se si incomincia a scrivere in merito a qualcosa che più appassioni, ma che allo stesso tempo sia anche d’interesse per le redazioni a cui ci si rivolge per proporre degli articoli già completi.

Un’altra maniera potrà essere, se si ha una conoscenza di una lingua straniera, di proporsi come traduttore.

Scrivere le recensioni

Dal momento che si è un appassionato di film, di libri, ci si potrà proporre per scrivere recensioni di prodotti o servizi. Con le recensioni non si guadagnerà molto, ma ci sono alcuni siti dove le tue opinioni saranno votate dagli utenti, e di conseguenza se ne potrà trarre un guadagno.

Si potrà anche scegliere di fare le recensioni dei prodotti. Molto spesso capita, che dal momento che un sito aumenti la sua visibilità, sono le stesse aziende che contattano direttamente, chiedendo di recensire i loro prodotti e/o servizi. Dal momento che si decide di recensire un prodotto nel proprio sito, è buona norma dichiarare che il post in questione è promozionale.

Si potrà anche scegliere di recensire software, dove ci sono piattaforme che ti permettono prima di provare, per poi recensire i loro software. Per quanto riguarda la retribuzione, aumenta all’aumentare della verticalità di un software, dato che per recensirli sarà necessaria una profonda esperienza in quel determinato settore.

Scrivere tesi di laurea, vendere appunti

Un’altra possibilità è quella di proporsi per scrivere, ad esempio, tesi di laurea su commissione, oppure rivendere appunti se non si è ancora entrati nel mondo del lavoro e si sta ancora studiando. Si potrà fare semplicemente caricando e condividendo online i propri appunti, dove si verrà pagati per ogni download, e gli importi istantaneamente verranno accreditati sul proprio conto Paypal.

Creare un blog

Se ti appassiona scrivere su un argomento specifico, puoi optare nella creazione di un tuo blog, per poi monetizzare tutti i contenuti che scriverai. Per guadagnare con un blog esiste più di un metodo e più di una strategia, di cui alcuni sono più semplici e altri meno. Non sarà necessario un forte investimento iniziale, la prima cosa importante da fare sarà quella di acquistare un dominio e uno spazio server, che spesso vantano un basso costo, e di solito si tratta di abbonamenti annuali, rivolgersi sa una agenzia web professionale se non si è in grado di crearlo da soli, la realizzazione siti web o blog è comunque una professione quindi meglio rivolgersi a chi ha le dovute coompetenze.

Possedendo un proprio blog, si potrebbe pensare di iscriversi ad Adsense, dove l’iscrizione è gratuita e in pochi passaggi si potranno pubblicare in modo automatizzato delle inserzioni pubblicitarie contestuali ai contenuti del proprio blog. I formati pubblicitari potranno essere scelti tra quelli che più si adattano al proprio sito, e inoltre sarà possibile controllare i propri guadagni in tempo reale. Nel web esistono comunque molte altre piattaforme per inserire pubblicità nei blog.

http://www.millionaireweb.it/guadagnare-con-un-blog-o-sito-web/

Se nel proprio blog si trattano e si recensiscono, ad esempio, prodotti che si sono utilizzati, o libri che si sono letti, si possono consigliare inserendo dei link dai programmi di Affiliazione, come ad esempio Amazon, dove per ogni acquisto pervenuto verrà riconosciuta una percentuale della vendita. Se recensisci spesso prodotti, questo programma di affiliazione potrà diventare una fonte molto redditizia dei propri guadagni. Iscriversi, quindi, ai circuiti di Affiliazione, è un altro metodo per lavorare e guadagnare da casa, attraverso i contenuti del proprio blog, ovvero l’Affiliate Marketing.

I programmi di Affiliazione raccolgono campagne pubblicitarie di diversi inserzionisti da una parte, e dall’altra ci sono editori che vogliono promuovere determinate campagne pubblicitarie all’interno dei loro siti.

Per il proprio blog si può anche optare di fare Native Advertising, ovvero si tratta di una forma di pubblicità contestuale online, che consiste nell’inserimento di contenuti pubblicitari all’interno di contesti coerenti con questi ultimi e che cercano, anche visivamente, di fondersi al contesto in cui sono inseriti. Lo scopo è quello d’integrare i contenuti editoriali e gli annunci pubblicitari, con un’indicazione chiara dell’inserzionista che sponsorizza il contenuto pubblicitario.

Se si è esperti in un determinato argomento, nel proprio blog si possono anche offrire lezioni, praticare l’insegnamento. Alcune piattaforme danno la possibilità di pubblicare video-lezioni, ed essere retribuiti ogni qual volta che un utente scaricherà un video del tuo corso.

Lavorare come Ghost Writer

Un lavoro più affascinante è quello del Ghost Writer, ovvero è un autore professionista pagato per scrivere libri, articoli, storie e pubblicazioni scientifiche o in campo musicale, le composizioni, ufficialmente attribuiti ad un’altra persona. Si tratta di scrittori professionisti, persone che hanno all’attivo molteplici pubblicazioni personali ed esperienza pregressa nel campo della redazione di testi scritti, e che desiderano offrire un aiuto a coloro che, pur avendo delle buone idee, non riescono a soddisfare uno standard medio/alto nella scrittura.
Si può anche optare per la scelta di proporsi come correttore di bozze.

Dal momento che si deciderà di affrontare questo impegnativo lavoro, ma molto ben retribuito, e riuscire a prendere un’importante commissione, si dovrà prima di tutto mostrare l’insieme dei lavori e dei progetti realizzati, che dovranno essere adeguate alle richieste e al tipo di cliente.

Creare e-book

Ci si potrà anche orientare nella creazione di e-book. Si dovranno possedere, oltre alla passione per la scrittura, idee creative e progetti editoriali che ti permettano di creare un tuo libro. Ci sono piattaforme in cui la pubblicazione è gratuita.

Technical Writer

Un’altra possibilità è dedicarsi alla scrittura di manuali tecnici, se si possiedono conoscenze tecniche, ci si potrà mettere a disposizione per la stesura o anche per la traduzione di manuali. Ci sono diversi siti che danno questa opportunità di proporsi come Technical Writer.

Lavorare come Reporter

Perché non diventare dei Reporter, ad oggi è possibile, con o senza tesserino, guadagnare online con la professione del giornalista. Si potrà, ad esempio, creare un proprio account dove pubblicizzare i propri articoli, e gli editori che saranno interessati provvederanno direttamente a contattarvi per l’acquisto dell’articolo.

Lavorare principalmente online e sviluppare professioni digitali, come nel campo SEO, Adwords, Social Media Manager, Designer

Per muoversi nelle professioni digitali, è fondamentale che la formazione sia continua, sempre in aggiornamento, questo vale tanto per gli specialisti, quanto per i manager. La maggiore disponibilità di piattaforme digitali qualificate, inoltre, può facilitare questo percorso utilizzando qualsiasi qualità personali. E’ bene stare al passo, perché la tecnologia digitale è inarrestabile, e contagerà inevitabilmente in maniera completa anche il mondo del lavoro, e le dinamiche che interessano i diversi profili professionali.

I Marketplace

Ci sono diversi modi per creare e rivendere servizi digitali. Ci sono piattaforme, dette marketplace relativi al lavoro, ovvero è un mercato online in cui sono raggruppate le merci di diversi venditori o diversi siti web. In base alla tipologia di prodotto si distinguono in verticali, dove offrono un’unica tipologia di prodotto, specializzandosi anche nei prodotti di nicchia di questo settore, e in orizzontali, dove offrono prodotti e servizi di diverso tipo. C’è un’ulteriore suddivisione, ovvero in base agli operatori che partecipano, ci sono i Consumer to Consumer (C2C), in cui gli utenti privati interagiscono tra di loro, effettuando transazioni commerciali, in genere questo tipo di marketplace non offre garanzie agli utenti, che si affidano spesso ad un sistema di feedback per sapere in anticipo l’attendibilità della controparte.

Poi ci sono Business to Consumer (B2C), in cui una o più aziende offrono cataloghi di prodotti alla comunità di frequentatori, questo tipo di marketplace ricordano i grandi centri commerciali, qui gli utenti hanno garanzie superiori, supportate da sistemi di pagamento sicuri e certificazioni di qualità, ed infine ci sono i Business to Business (B2B), questa tipologia di marketplace ha lo scopo di mettere in contatto le aziende manifatturiere o industriali con le aziende commerciali.

La merce trattata è in genere per grandi stock, soprattutto container. È il canale alternativo principale per le transazioni commerciali internazionali. Anche qui, gli utenti sono tutelati dai gestori dei portali, che filtrano i pagamenti e garantiscono la consegna del prodotto. I marketplace Business to Business, vengono frequentati da intermediari ed infobrokers che mettono in contatto compratori e venditori ricevendo un corrispettivo per l’intermediazione.

I servizi che vengono offerti sulla piattaforma sono tra i più svariati, si va, ad esempio, dalla comune redazione di articoli, fino alla gestione di pagine Social, alla gestione campagne Adwords, alle traduzioni e così via, quindi, si può scegliere di vendere ciò per cui si è più portati.

In genere funzionano che, il cliente, dal momento che avrà scelto, fra i tanti, il tuo servizio e che, quindi, ti commissionerà un lavoro, alla consegna sarà tenuto a dare un voto su di te e sul tuo lavoro svolto, ed infine pagarti.

Per iscriversi a queste piattaforme sarà necessario fornire dei dati fiscali, dove poi ti sarà riconosciuto un account speciale, ovvero un profilo da venditore professionista. Una volta aperto l’account sarà possibile scegliere una serie di servizi dedicati ai negozi. Ogni utilità è quasi sempre a pagamento, e non costituiscono un’opzione, perché nella maggior parte dei casi sono necessarie per metter su il tuo e-shop, ed iniziare a vendere in pochissimo tempo.

Ogni marketplace prevede, delle commissioni sulle vendite che a volte possono anche essere eliminate, aderendo ad alcuni piani o acquistando particolari servizi. Il marketplace quindi dà in cambio una piattaforma completa e gestibile dal venditore, chiamato il Merchant, ed in più delle utili tool, ovvero si tratta di uno strumento, per controllare accessi, vendite e guadagni. Si possono sfruttare i marketplace per i loro traffico e la fiducia che gli utenti hanno già acquisito nei loro confronti, perché queste piattaforme sono frequentate da diversi milioni di utenti, che sono abituati ad acquistare ogni genere di prodotto.

Si tratta, quindi, di un processo già collaudato da tantissimi utenti, e che tu puoi sfruttare quest’onda positiva per guadagnare, in modo particolare se hai prezzi convenienti.

I marketplace permettono di comprendere meglio le esigenze del target. Aprire un negozio su un marketplace significa farsi un’idea della merce più appetibile dagli utenti del web, e soprattutto iniziare ad osservare cosa mettono in vendita i tuoi competitor e a quale prezzo. Si tratta di un metodo di vendita, sicuramente più pratico ed economico rispetto ad un e-commerce proprietario.

Si consiglia di realizzare le schede prodotto, in maniera descrittiva sintetica, ma comunque completa, aggiungendo ad esempio fotografie di qualità. Sarà importante conoscere il parere della propria clientela attraverso i feedback e le recensioni online. Tutte le piattaforme permettono ai Merchant di conoscere il gradimento del pubblico per quanto riguarda il servizio e i prodotti venduti, per capire dove meglio si può migliorare.

Fondamentale sarà gestire la logistica, l’organizzazione del magazzino, la disponibilità del prodotto online, la preparazione degli ordini e le spedizioni.

Libero professionista

Se sei già un libero professionista o vuoi diventarlo, ed hai accumulato molta esperienza in un settore specifico, ad oggi c’è la possibilità di poterlo fare comodamente senza spostarti da casa tua, sarà, quindi, possibile iniziare a lavorare online da casa in modo serio e strutturato, offrendo consulenza digitale e svolgendo professioni da Freelance. Basta saper iscriversi al portale giusto e capire come lavorare da casa.

SEO

Si potrà, ad esempio, fare SEO, ovvero Search Engine Optimization.

E’ uno strumento di marketing che permette di intercettare utenti interessati ad un determinato argomento, prodotto, o servizio, e di attirarli su un determinato sito web nel momento stesso in cui loro manifestano questo bisogno tramite una ricerca sui motori, con lo scopo di soddisfare le loro esigenze.

Si tratta di un insieme di tecniche e strategie, che permettono ad un sito web di essere trovato dagli utenti sui motori di ricerca nel momento in cui stanno cercando informazioni su determinati contenuti, prodotti, o servizi.

La SEO comprende, quindi, tutte quelle attività che permettono ai contenuti di un sito web di essere visibili tra i risultati organici dei motori di ricerca per determinate parole chiave, e di essere trovati da parte degli utenti interessati a quella tipologia di contenuto.

https://www.artematika.it/servizi-web-marketing/servizi-seo-posizionamento-siti/

Adwords

Si potrà anche scegliere di fare Adwords, ovvero è il programma pubblicitario di Google che offre la possibilità al cliente, chiamato Advertiser, di pubblicizzare annunci pubblicitari tramite, ad esempio, Pay per click sul motore di ricerca Google e sui suoi partner di ricerca, o la pubblicità con i target inerenti al contenuto del sito, tramite annunci testuali e banner pubblicitari.

Con AdWords è possibile distribuire gli annunci in brevissimo tempo.

In specifico nel Pay per click, gli Advertiser specificano un elenco di parole chiave, ovvero keyword ed un budget giornaliero. Nel momento in cui l’utente digita sulla barra di ricerca di Google una delle keyword specificate dall’Advertiser, viene visualizzato l’annuncio pubblicitario nella categoria “collegamenti sponsorizzati”, situata a destra o a volte sopra i risultati della ricerca.

La posizione dell’annuncio inserito dal cliente AdWords dipende dalle offerte per la parola chiave da parte di altri Advertisers e dal punteggio di qualità, ovvero si tratta di un insieme di fattori che Google utilizza per stabilire, in definitiva, la pertinenza della campagna pubblicitaria alla ricerca dell’utente.

Per ogni click ricevuto, viene pagato dall’Advertiser il prezzo stabilito precedentemente, e questo prezzo viene scalato dal budget messo a disposizione.

Nella pubblicità dove sono presenti i target, invece, gli Advertisers possono determinare vari fattori, come, ad esempio, gli argomenti, ed è anche possibile stabilire siti specifici su cui verranno pubblicati gli annunci.

Questo tipo di pubblicità è pagabile da parte degli Advertisers grazie al solito Cost per Click, dove con l’offerta basata sul costo per ogni click, si paga solamente per i click sugli annunci, oppure al Cost per Impression, dove si paga in funzione del numero di visualizzazioni dell’annuncio stesso.

Se sei, quindi, un SEM Specialist, ovvero Search Engine Marketing, è una delle figure più importanti per una qualsiasi strategia di Web Marketing, ed insieme al SEO Specialist, è una delle professioni più ricercate nel mondo Digital, o comunque sei affascinato dal mondo dell’Advertising online, c’è la possibilità, attraverso Google, di studiare per ottenere la certificazione di Google Adwords. Una volta presa la certificazione, si viene inseriti nelle liste di Google Partner, dove si verrà contattati dalle aziende interessate.

https://www.artematika.it/servizi-web-marketing/gestione-campagne-adwords/

Professione del Social Media Manager

C’è chi intraprende la professione del Social Media Manager, ovvero è un professionista che lavora in maniera privata o presso delle agenzie specializzate, con il compito di seguire e sviluppare il messaggio che gli viene affidato da parte del committente, che paga per lo sviluppo di un profilo, o di una pagina ufficiale, allo scopo di promuovere e favorire una comunicazione diretta, o alla vendita o alla divulgazione di contenuti. In questo caso non esiste un marketplace di riferimento, anche perché il miglior mezzo per trovare clienti sono proprio le proprie pagine social.

Per chi ha già svolto questo lavoro, e che quindi ha accumulato esperienza, ed inoltre ha una base di follower ampia e fidelizzata, può candidarsi nelle piattaforme dedicate per poter poi svolgere il proprio lavoro tranquillamente da casa.

Designer

Una professione molto interessante è il Designer. Ci sono marketplace dedicate a sviluppatori e web designer, in cui domanda e offerta si incontrano a livello internazionale, dove è possibile mettere a disposizione i propri servizi, e dove viene riconosciuta una percentuale come free commerciale, per ottenere così un lavoro da casa serio e retribuito.

Per chi ha passione ed esperienza nel Design e/o nella grafica, può proporsi come grafico freelance. Ad oggi è ancora in voga la carta stampata, quindi molte aziende necessitano di produrre, ad esempio, volantini, fogli informativi, pubblicità, e molto altro ancora. La progettazione di questi materiali viene spesso affidata a grafici freelance. Lo stesso vale per i siti web e pubblicità online, che hanno anch’essi bisogno di servizi grafici. Per è specializzato nel Design, c’è la possibilità di offrire servizi di impaginazione editoriale e/o di stampa.

E’ un lavoro che può essere gestito senza alcun tipo di problema, la gestione del tempo è molto elastica, l’importante sarà rispettare i tempi di consegna. Si raccomanda di munirsi di un book dei propri lavori, per poi presentarlo nelle piattaforme specializzate.

Grafico editoriale

Un’altra figura professionale è il Grafico editoriale. Potrete utilizzare software per il desktop publishing, ovvero utilizzando il sistema che consente di realizzare un prodotto editoriale con un computer da tavolo e una stampante laser, per creare newsletter, riviste, libri o materiale per campagne pubblicitarie. Si deve la capacità di, ad esempio, comporre, correggere testi e ricontrollare bozze, inserire simboli tipografici, gestire software di videoscrittura, e molto altro ancora.

Tra le altre qualità è importante conoscere tutte le fasi della stampa, saper acquisire e gestire le immagini, i colori e i formati elettronici, consegnare file compatibili con i sistemi di produzione fotolito per la stampa offset.

Sviluppatore

Per quanto riguarda gli sviluppatori, come ad esempio su WordPress, ad oggi ci sono più possibilità di avere un’opportunità professionale in questo ambito. Ci sono marketplace specializzate, che mettono in contatto domanda e offerta a livello internazionale, pubblicando lavori da casa seri e sicuri. Ciò che si dovrà fare, sarà quello di creare il proprio account, inserendo il proprio curriculum vitae, e sarà importante accumulare più lavoro possibile per ottenere delle buone referenze.

Ad oggi una professione di tendenza è lo sviluppatore di siti web. Sarà importante accumulare esperienza, ma se si inizia da zero esistono ad oggi degli ottimi corsi dove poter imparare ad utilizzare i più comuni CMS, ovvero Content Management System, si tratta delle applicazioni di gestione dei contenuti dei siti che consentono di inserire, modificare e rendere visibili articoli, banner, immagini e link senza ricorrere a sistemi di sviluppo, per la creazione di siti web.

E’ un’ottima attività per lavorare online da casa e guadagnare con il web. Si possono creare siti web da rivendere ad imprese e privati.

Si può lavorare senza problemi come freelance, e sotto alcuni limiti anche senza necessariamente aprire una partita IVA.

Lavorare nello Sharing economy, affittando accessori di marca, case, barche, utensili e molto altro ancora

Ad oggi ci sono piattaforme, che offrono spazi per parlare di tutto quello che riguarda il mondo, ad esempio degli affitti brevi, dei viaggi, dell’Home Sharing e di molto altro ancora.

Per chi voglia avventurarsi nel mondo degli affitti brevi e della Sharing Economy, inizialmente, purtroppo, non è facile capire quali siano le valutazioni da fare per poter iniziare quest’attività perfettamente in regola con la legislazione vigente, ma su internet si trovano consigli e informazioni di tutti i tipi, logicamente saranno poi da valutare, perché certi sono utili e validi, altri sono perdite di tempo o truffe. Si consiglia di cercare persone che con l’esperienza sono riuscite a raggiungere l’obbiettivo di lavorare online da casa, e che quindi, sarà bene prendere in considerazione i loro metodi che hanno utilizzato.

Sharing Economy

Un altro settore dove poter orientarsi, è la Sharing Economy, che promuove forme di consumo più consapevoli basate sul riuso invece che sull’acquisto, e sull’accesso piuttosto che sulla proprietà, ovvero affittare oggetti. Sono nate piattaforme che mettono in contatto privati della stessa città per condividere ciò che non viene utilizzato quotidianamente.

Si possono ad esempio affittare vestiti e accessori di marca, e ci sono siti dove è possibile farlo.

Affittare server e rivendere servizi di hosting
C’è anche la possibilità, per chi ha esperienza nel campo informatico, affittare server e rivendere servizi di hosting. Se si decide di intraprendere questa strada, bisognerà mettere in conto che sarà necessario effettuare un investimento iniziale per l’acquisto o anche l’affitto del server, ed inoltre occorrerà trovare dei clienti, e questo richiederà un investimento di tempo. Una volta avviata, è comunque un modo di guadagnare che potrà trasformarsi redditizio.

Affittare barche

Per chi possiede una barca, potrà pensare di affittarla. Basterà iscriversi gratuitamente alla piattaforma e mettere a disposizione la barca a noleggio con o senza skipper, od anche soltanto per il pernottamento in alternativa al classico albergo. Di solito il servizio è semplice ed immediato, e il servizio include anche una copertura assicurativa senza costi aggiuntivi.

Questo potrà sicuramente essere utile al proprietario per affrontare i costi di manutenzione.

Affittare attrezzi e utensili

Ci sono anche piattaforme che permettono di poter affittare i propri attrezzi e utensili, che spesso non si utilizzano quasi mai, e si può spaziare dalla tecnologia, agli utensili da cucina, e molto altro ancora.

Affittare case

Logicamente c’è il mezzo più diffuso e conosciuto, che permette di guadagnare senza investimenti, ovvero affittare casa. Esistono piattaforme dove i privati mettono a disposizione una casa o anche semplicemente una stanza in affitto. Il settore immobiliare si sta muovendo molto rapidamente e ci sono ottime possibilità anche per dare in affitto per brevissimi periodi stanze o appartamenti.

Se invece si possiede una stanza con bagno indipendente dal resto del vostra casa, ed in più si è localmente vicino alle attrazioni dell’area turistica della vostra città, od anche nel mezzo della campagna, si può pensare ad allestire un Bed & Breakfast. Un’ottima idea per iniziare a lavorare da casa.

Lavorare nel Data Entry

Un altro settore dove si può spaziare è il cosiddetto Data Entry, ovvero si tratta di un’attività in cui si dovranno inserire dei dati, come ad esempio, indirizzi, URL in un file, ecc. Si dovranno inserire manualmente informazioni dal cartaceo al formato digitale, oppure di fare semplici copia e incolla.
Si tratta dell’operazione di inserimento di dati in una base dati informatizzata o più generalmente in un programma su computer. Tale operazione avviene manualmente tramite digitazione su tastiera. Nella maggior parte dei casi i dati provengono da documentazione cartacea, ma anche da immagine a video.

Al giorno d’oggi la grande quantità di dati che ogni giorno viaggiano attraverso la rete richiede una gestione piuttosto profonda, e quindi il bisogno di creare una figura professionale in grado di organizzare e gestire tali dati.

La professione del Data Entry consiste nell’inserire dei dati in una base dati informatizzata, ma anche, o più generalmente, in un programma su un computer. Per intraprendere questa professione bisogna avere, ad esempio, prima acquisito esperienza nella creazione di database, possedere un diploma informatico, o meglio una laurea triennale, e avere anche una buona conoscenza della lingua inglese. E’ anche importante essere precisi e predisposti al lavoro di gruppo, avere competenze di archiviazione.

Per prima cosa, quindi, è importante possedere delle buone competenze tecniche specifiche, ovvero bisogna saper usare bene le reti, adoperare alla perfezione programmi di dati, di archivio, di database. Altro requisito fondamentale è avere una buona predisposizione al problem solving, in quanto la risoluzione delle problematiche in azienda è fondamentale.

Per quanto riguarda la ricerca di lavoro, questa posizione è ricercata dalle grandi aziende, alle quali sarà possibile spedire il curriculum, o eseguire una ricerca sui tanti motori di lavoro. Per diventare un data entry esperto ci vuole un po’ di impegno e studio, soprattutto se si vuole puntare a grandi aziende dove la professionalità e l’impegno sono sempre ripagate.

Il compito principale dell’operatore Data Entry, è quello di assicurare all’azienda presso la quale si lavora, il migliore trattamento delle informazioni attraverso l’inserimento di dati su supporti informatici. È praticamente il responsabile della banca dati dell’azienda. Questa attività potrà essere svolta in vari modi, ad esempio, trasferendo dati da documenti cartacei, o lavorare sul web. Tutto ovviamente con metodo sistemico, di archiviazione e gestione dell’informazione.

Sondaggi retribuiti online

Una possibilità di guadagnare, è quella di partecipare ai sondaggi retribuiti online.

Le aziende hanno bisogno di raccogliere il maggior numero di informazioni dai propri clienti e da quelli potenziali, quindi creano indagini di mercato e hanno bisogno della opinione di tutti. Ad oggi si sono diffusi molte piattaforme che offrono sondaggi remunerati, pagando in contanti o con buoni regalo, tutti appartenenti a società internazionali di ricerche di mercato.
Si raccomanda di compilare approfonditamente il proprio profilo, specificando ogni singolo interesse, perché così facendo si avranno più possibilità di ricevere più richieste di sondaggi da compilare.

Partecipare a concorsi a premi

Un altro modo interessante per guadagnare online è quello di partecipare gratis ai concorsi a premi.

Alcune aziende organizzano concorsi a premi per far conoscere nuovi prodotti, per acquisire possibili consumatori interessati al loro marchio, od anche semplicemente per farsi pubblicità. Nel web si possono trovare diverse occasioni per partecipare, queste piattaforme danno la possibilità di partecipare ed eventualmente di vincere premi di diversa natura, per tutti i gusti, come ad esempio ci sono i premi in tecnologia, che possono essere telefoni, fotocamere, TV, oppure ci sono premi in automobili, o ancora in abbigliamento, accessori, viaggi, utensili da cucina, giochi per bambini, e molto altro ancora.

Per partecipare ad un concorso ci vuole pochissimo tempo. Si consiglia di iscriversi a più di uno, perché questo da maggiore possibilità, di aumentare le probabilità di vincere.

Fare attività di vendita, con oggetti rari

Il web più di tutto, da a molti la possibilità di poter vendere e/o acquistare online, oggetti di tutti i tipi. Il vantaggio è che su internet si può comprare e si può vendere di tutto, dagli oggetti nuovi a quelli usati.

Ci sono siti che sono specializzati nella vendita di oggetti speciali, ossia tutto ciò che è raro, unico e difficilmente reperibile nei negozi. Le categorie più diffuse sono quelle che riguardano orologi, arte, libri, gioielli, e francobolli.

Vendere fumetti

Il mercato dei fumetti è uno dei più ricercati fra quelli dei collezionisti. Per gli appassionati di fumetti, c’è la possibilità di comprarli e di rivenderli, si può pensare di fare un investimento comprando delle collezioni complete per poi rivenderli anche divisi, ovvero i singoli numeri. Tutto questo sarà possibile farlo comodamente da casa, attraverso i siti di annunci

Realizzare un negozio online

Per chi invece possiede già un negozio, e vuole iniziare a guadagnare con internet, è possibile creando un negozio online. Sempre più consumatori preferiscono lo shopping virtuale, perché di base permette di risparmiare del tempo, c’è molta più scelta nella varietà di articoli da acquistare, e c’è la possibilità di confrontare i prezzi.

Aprire un negozio online può risultare vantaggioso, perché permette di avviare un’attività commerciale senza dover affrontare le spese di avviamento di un punto vendita tradizionale, e con il vantaggio di avere un maggior numero di utenti che poi possono trasformarsi in potenziali clienti.

Esistono diversi siti che permettono di commercializzare online, dove non sempre è necessario aprire una partita IVA. L’importante è avere delle ottime foto dei prodotti, con la relativa spiegazione dettagliata. Di solito richiedono un abbonamento annuale, ma è alla portata di molti.

Avviare un e-commerce in Dropshipping

Si potrà anche scegliere di avviare un e-commerce in Dropshipping, ovvero si intende un modello di vendita grazie al quale il venditore vende un prodotto ad un utente finale, senza possederlo materialmente nel proprio magazzino.

Il venditore, effettuata la vendita, trasmetterà l’ordine al fornitore, che in questo caso viene chiamato Dropshipper, il quale spedirà il prodotto direttamente all’utente finale. In questo modo, il venditore si preoccupa esclusivamente della pubblicizzazione dei prodotti, senza le relative incombenze legate ai processi di imballaggio e spedizione, che invece sono a cura del fornitore.

Sempre più aziende mettono a disposizione il proprio catalogo e i servizi di spedizione. Non ci si dovrà, quindi, occupare di niente se non che del marketing e delle vendite, dove una volta che si avrà venduto un prodotto, sarà direttamente il fornitore ad occuparsi di spedirlo al cliente, riconoscendoti una percentuale.

Vendere oggetti usati

Se invece ci si vuole liberare di molti oggetti accumulati in cantina, c’è la possibilità di vendere oggetti usati, ormai in disuso. Ci sono siti di annunci che permettono di mettersi in contatto direttamente con i privati, di solito l’iscrizione è totalmente gratuita. Questa è una maniera di fare soldi in modo molto pratico e veloce.

Vendere libri

Per chi si trova, in particolar modo, pieno di scatoloni di libri, potrà approfittarne per inventarsi un modo in più per guadagnare. Ci si potrà specializzare per specifiche categorie di libri, od anche cercare di recuperare qualche prima edizione. Si consiglia di offrirsi di acquistare anche dei libri usati. Sarà bene invitare gli utenti con dei prezzi vantaggiosi, e con una buona varietà di scelta.

Vendere vestiti usati

Si possono anche vendere vestiti che ormai non si indossano più. Se si posseggono dei vestiti che sono già passati di moda o che non piace più indossare, ad oggi esistono delle applicazioni che permettono di fotografarli e di pubblicarli per la vendita. Si potrà, quindi, utilizzare il tempo a disposizione per mettere in ordine nella soffitta e negli armadi, e rivendere tutti quegli oggetti che non si utilizzano più.

Un sito molto utilizzato, ad esempio è quello di Ebay, in cui è possibile crearsi una vetrina per rivendere oggetti acquistati all’ingrosso. Ci vuole sicuramente una buona intuizione e predisposizione per gli affari, e una buona conoscenza di marketing per crearsi un brand, così facendo sarà possibile avviare un vero e proprio business online, con un piccolo investimento iniziale.

Vendere link

Un modo alternativo di guadagnare online, è la vendita di link. Questo è possibile farlo, ad esempio, utilizzando il proprio blog, ad esempio, si può decidere di scrivere degli articoli destinati a dei prodotti, e di conseguenza vendere il link che porta l’utente ad approfondire l’argomento trattato dal tuo articolo.

Molte imprese cercano proprio di attirare nuovi utenti attraverso l’acquisto di link.

Vendere domini

Per chi è pratico nel campo dell’informatica, un modo per guadagnare è quella di acquistare e rivendere domini, ovvero si tratta di una sigla alfanumerica per identificare un sito web. Ci sono veri e proprio mercati online, e per iniziare serve un minimo di investimento iniziale per l’acquisto dei domini.

La prima cosa importante da fare, è quella di trovare un acquirente per il tuo dominio, e di solito esiste la possibilità di poterlo fare acquistare in maniera immediata ad un prezzo fisso, oppure c’è la possibilità di indicare ai potenziali acquirenti, che si è interessati alle offerte per il tuo dominio, e al momento del ricevimento di un’offerta si può iniziare a negoziare con l’interessato direttamente, per poi concordare un prezzo.

C’è anche la possibilità di mettere un dominio in vendita su base negoziale, dove una volta ricevuta la prima offerta, sarà anche possibile mettere il dominio all’asta.

Creare App

Ci sono anche siti che permettono di creare le App. Prima di tutto bisognerà avere un’idea valida ed avvincente, dopodiché ci si dovrà iscrivere alla piattaforma, dove si dovrà riportare il proprio progetto, per poi trovare un gruppo di persone che ti aiutino a sviluppare l’App, i quali poi riceveranno un guadagno sui futuri incassi.

Vendere le proprie idee creative

Ci sono anche piattaforme che permettono di vendere le proprie idee creative, partecipando, ad esempio, alle gare indette dalle aziende. Questi siti danno la possibilità di partecipare ai brief proposti dai brand. Saranno poi gli altri utenti della community, i brand stessi a dare dei voti che si trasformano in premi in denaro.

Vendere ortaggi

Per chi ha la passione del giardinaggio e dell’orto, ha la possibilità di venderli, perché ad oggi ci sono siti che danno l’opportunità, inoltre, di creare e di postare le proprie ricette, oppure di vendere i frutti del proprio giardino.

Vendere erbe e spezie

Ci si potrà specializzare come produttore di erbe e spezie, che potranno essere vendute come piante vive oppure appena raccolte e tagliate, o ancora messe ad essiccare ed impacchettate.

Creare e vendere saponi

Per chi ama creare saponi bio e naturali, può essere un ottima possibilità di guadagno, con la possibilità di poter organizzare la produzione anche a casa. Creare delle saponette è estremamente semplice e redditizio in quanto la materia prima ha un costo veramente accessibile.

Come risparmiare

Dal momento che si pensa a come guadagnare da casa, un’ottima cosa sarebbe anche pensare a come risparmiare, ad esempio si potrebbe inizialmente pensare se effettivamente il proprio conto corrente dia veramente un tasso agevolato. E’ bene informarsi quanto costi mantenerlo all’anno e quanto costino gli estratti conto, bonifici e prelievi.

Ad oggi c’è il vantaggio che le banche offrono tanti servizi, tra cui ad esempio, la gestione automatica di un piano di risparmio, la gestione delle finanze tramite notifiche che avvertono quando si sta spendendo più del dovuto, i bonifici e la carta di credito totalmente gratuiti e molto altro ancora. Si può aprire un conto direttamente online, totalmente gratuito, ed in pochissimo tempo. Lo scopo è quello di aprire un conto corrente che faccia spendere poco, perché non si dovrebbero spendere i soldi che si guadagnano in commissioni, e perdere traccia di tutti gli acquisti effettuati.

Realizzare un portafoglio di investimento diversificato

Un altro modo è quello di realizzare un portafoglio di investimento diversificato, così facendo si fanno lavorare i soldi al proprio posto.
Non è necessario possedere molti soldi per poter iniziare ad investire. Si consiglia, di iniziare investendo in un fondo comune di investimento con un basso livello di rischio e bassi costi di gestione.

In base al livello di prudenza di un investitore, il suo portafoglio conterrà più o meno titoli di sicurezza garantita. Per chi non è pratico nel settore, ci sono piattaforme che mettono a disposizioni degli esperti consulenti finanziari, che danno la possibilità di investire in maniera più sicura.

Conto Deposito

C’è, inoltre, la possibilità di porre i propri risparmi su un Conto Deposito, che è una forma d’investimento legata a un conto corrente che permette di ottenere una rendita elevata a fronte di un basso rischio.
Ad oggi è possibile aprirli online sia dal computer che dallo smartphone. I vantaggi del conto deposito, consistono, ad esempio, nella semplicità di gestione, e l’alta resa a fronte di uno scarso rischio d’investimento, sono le principali caratteristiche del conto deposito che ne fanno uno strumento consigliato per quei risparmiatori che non vogliono vedere i capitali stagnare sul conto corrente.

Inoltre il conto deposito, a differenza del conto corrente, è un prodotto senza spese e costi bancari.

Guadagnare con i Social Network

I Social Network potrebbero risultare una buona alternativa per guadagnare soldi online, da poter utilizzare come strumento di vendita, a prescindere da quale sia il modello di business che si vorrà seguire, che si tratti di beni, servizi o di pubblicità.

La prima cosa da fare è quella di realizzare un profilo ben curato e invitante, sarà bene curarlo nei minimi dettagli, come ad esempio, per quanto riguarda le foto, le immagini cover, le sezioni per i contatti.

Un altro passo è quello di pubblicare post da far girare, per parlare ad un pubblico ampio, si consiglia di postare materiale utile, e che soprattutto sia attinente a quello che si fa o si vende, perché chiaramente il proprio nome associato a contenuti rilevanti per i potenziali clienti è la migliore delle pubblicità. Lo scopo, quindi, è quello di aumentare le visite al proprio sito web.

Poi sarà importante fare conversazione, e dunque di farsi anche indirizzare dai potenziali clienti, e di conseguenza di indirizzare voi a vostra volta. Un buon comunicatore non potrà che avere delle maggiori possibilità di guadagno.

Fondamentale sarà anche avere più interazioni e più amici, quindi più soldi. Avere più amici vuol dire poter far girare di più il proprio messaggio.
Le interazioni sono altrettanto importanti, perché i propri post che vengono condivisi dagli altri possono diventare potenzialmente virali, e dunque far arrivare il messaggio ben al di là delle proprie cerchie di amici.

C’è spesso anche la possibilità di sfruttare la pubblicità. Con investimenti anche minimi è infatti possibile impostare delle campagne pubblicitarie a proprio vantaggio che permettono, ad esempio, di scegliere in base agli interessi dei destinatari, di selezionare il destinatario per genere, e molto altro ancora. La pubblicità è uno strumento molto potente che certamente aiuta moltissimo a vendere.

E’ da prendere anche in considerazione la possibilità di fare Networking, ovvero creare una rete di contatti, anche con i concorrenti
Essere presenti sui gruppi, partecipare alla discussione, e rendersi visibili in modo appropriato, sono tutte buone presentazioni per chi vuole arrivare a primeggiare sul mercato.
I clienti, sempre più spesso, danno uno sguardo anche ai gruppi prima di scegliere a quale esperto affidarsi. Meglio, quindi, essere presenti, e avere una conversazione costruttiva anche con la concorrenza, e soprattutto mostrarsi competenti.
Internet e il web permettono di ricorrere a diversi canali di vendita e di creare una strategia, sono ottimi strumenti per fare soldi.

Ci sono, inoltre, servizi che attraverso un algoritmo monitorano i tuoi canali social, attribuendo un punteggio basato su numero di amici, attività, interazioni sul tuo profilo e altri parametri.

In base a ciò che emerge, le aziende che aderiscono al programma possono richiederti delle attività da svolgere, come ad esempio, condividere un’immagine, commentare un post, e molto altro ancora, dove per ogni missione portata a termine si riceveranno dei punti che si potranno utilizzare per riscattare dei premi.

C’è anche la possibilità di vendere la propria visibilità a business locali, questo nel caso in cui si possegga una pagina di news, oppure di argomenti che riguardano una determinata realtà geografica, e avendo utenti concentrati in una determinata area, permetterà di vendere visibilità a business del luogo, come ad esempio i cinema, i teatri, che abbiano una pagina sul Social Network che sia molto seguita.

Con i Social Network, inoltre, c’è la possibilità di vendere la pubblicità “social”, dal momento che si possiede una pagina molto seguita, si può pensare di vendere post, scrivendo in relazione, ad esempio, ad altre pagine, prodotti.

Per guadagnare seriamente con i Social Network, sarà importante, ad esempio, avere professionalità, affidabilità, costanza, e impegno.
Bisognerà inoltre essere molto bravi ad individuare diversi canali, per monetizzare il proprio lavoro.

Condividere il proprio Outfit

Si può anche scegliere di guadagnare online condividendo il proprio Outfit.
L’outfit è rivolto nel campo della moda ad ogni persona, particolarmente alle donne che vogliono migliorare il loro aspetto estetico ed essere vestite in modo appropriato in tutti i momenti della giornata, dal lavoro allo svago, dalle feste in maschera alle eleganti cene a due. Si possono taggare i capi di abbigliamento che s’indossano, e guadagnare ogni volta che un altro utente acquisterà gli abiti da te consigliati.

Con la parola Outfit si intende un insieme di abiti e accessori che si indossano, o che si potrebbero indossare, dove si propongono abbinamenti di abiti e di accessori, di scarpe comprese, per la giornata o un’occasione particolare. In genere ogni Outfit è studiato per offrire non solo idee, ma anche per proporre abbinamenti di capi, calzature e accessori.

Spesso le fashion blogger, stringono delle partnership, ovvero delle collaborazioni con aziende, che inviano prodotti da recensire e da valutare.

Debugging

Il web da anche la possibilità di guadagnare online facendo Debugging, ovvero si tratta della ricerca e la correzione degli errori di funzionamento di un sistema o di un programma.

E’ un’attività che viene svolta principalmente per prodotti e servizi online sul funzionamento degli stessi, per rilevare la presenza di possibili errori. Ci sono piattaforme, ad esempio, dove è possibile fare Test, ovvero si dovrà verificare se ci sono degli errori o dei mal funzionamenti, o End to end, dove bisogna testare ogni singolo aspetto del prodotto o servizio.

Guadagnare facendo la spesa

C’è anche la possibilità di guadagnare in maniera originale facendo la spesa. Ci sono App che si installano nel proprio telefono, che permettono, appunto, di guadagnare facendo la spesa nel proprio supermercato di fiducia. Ci sono dei prodotti, segnalati all’interno dell’app, che se acquistati fanno guadagnare del denaro, sarà sufficiente fotografare lo scontrino per ricevere i soldi sul proprio conto.

Banditore di aste per collezionisti

Per chi è appassionato di oggetti da collezione, può pensare di farne una professione, ovvero diventare un banditore di aste per collezionisti. Oggi il collezionismo sta riscoprendo un nuovo corso grazie al digitale, e alla facilità con cui collezionisti di tutto il mondo riescono ad entrare in contatto fra di loro.

Lavorare come consulente

Da casa è possibile anche lavorare come consulente. Una vostra competenza in un campo specifico, vi permetterà di vendere i vostri consigli e la vostra conoscenza, ad utenti che sono interessati all’argomento in cui siete specializzati. Così è possibile utilizzare la propria precedente esperienza per aiutare gli altri a pianificare dei lavori online simili, evitando di fargli fare gli stessi errori che avete fatto voi durante la vostra carriera.

Specialista di import/export

Si può anche pensare di diventare specialista di import/export, che in sostanza, mette in contatto venditore e acquirente, compra merci sui mercati internazionali per conto dei grandi gruppi, e si occupa di gestire tutta la parte burocratica e finanziaria, a partire dalle autorizzazioni doganali. Molte aziende cercano oggi una figura di esperto commerciale capace di curare i rapporti con l’estero, e di seguire l’evoluzione del mercato commerciale italiano, europeo e mondiale.

Tale figura è particolarmente richiesta nelle aziende in vista dell’attuale situazione economica che impone un’attenzione particolare ai mercati esteri in un contesto di competizione globale. Una realtà aziendale che si affaccia in un’economia globalizzata deve poter avvalersi di un competente esperto commerciale in import/export. Nella pratica, lavorano a stretto contatto con il pubblico cercando attivamente nuovi clienti, e mantenendo i rapporti con quelli già consolidati, recandosi a fiere e occupandosi di negoziare prezzi e ordini, oppure svolgono attività di back office, ovvero preparando offerte da presentare ai clienti, gestendo gli ordini ed effettuando ricerche mirate su prodotti specifici e mercati esteri.

Nelle imprese export oriented c’è sempre più bisogno dell’esperto di commercio estero.

Una volta inseriti in azienda, le possibilità di carriera in questo settore sono ottime. Si consiglia, per trovare un impiego, di sottoporre la propria candidatura a quante più aziende possibili, tenendosi informati tramite gli annunci economici dei quotidiani e dei siti web.

Nel caso non si abbia nessuna esperienza nel campo di importazione ed esportazione, si potrà iniziare studiando le basi ed in seguito ospitando delle sessioni di formazione per persone che necessitano di muovere i primi passi nel campo dell’import/export. Continuando ad apprendere si potrà pensare di espandersi al di fuori della propria regione, per ampliare il proprio portfolio clienti.

You may also like
Il Trading CFD
Guide pratiche - idee e consigli
Cos’è il Trading CFD e come investire online!
Guadagnare bitcoin
Guide pratiche - idee e consigli
5 cose da sapere per guadagnare con i Bitcoin!